Itinerari e Manifestazioni | Casale Palazzo

Città di Castello ha una lunga storia che inizia con il primo insediamento degli Umbri ( vicini degli Etruschi), fu importante municipio di Roma con il nome di Tifernum Tiberinum, fu distrutta dai Goti di Totila e poi  ricostruita dal vescovo  Florido (Patrono della Città), fu conquistata  dai  Longobardi che la chiamarono Castrum Felicitatis,  seguì poi il dominio dei Franchi  e successivamente dello Stato Pontificio.
Nel 1100 la Città si organizzò in Comune libero con il nome di Civitas Castelli e nonostante le  pretese egemoni dell’Impero, dello Stato Pontificio, della Signoria di Firenze e della Città di Perugia conobbe un lungo ed intenso periodo di prosperità.
In questo ultimo periodo,  la storia della Città fu segnata dalla forte rivalità tra le famiglie più importanti  che si concluse dopo alterne vicende con la supremazia della famiglia Vitelli, la quale, aiutata moltissimo dalla Signoria di Firenze,  incise notevolmente nello sviluppo economico della Città e nella sua importanza politica.
La  famiglia del tempo ha generato notevoli personaggi che si sono distinti come condottieri d’arme e mecenati che chiamarono a Città di Castello famosi costruttori ed artisti  primi tra tutti Luca Signorelli e Raffaello Sanzio per abbellire la Città con piazze, palazzi, affreschi ecc. molti dei quali ancora integri.
Successivamente e  per un breve periodo,  la Città fece parte della Repubblica Cisalpina per poi ritornare sotto il dominio della Chiesa sino alla annessione da parte dell’attuale Stato Italiano.

Grazie alla sua storia, Città di Castello può esibire monumenti di notevole pregio tra i quali:  la Torre Civica (la quale aveva una gemella a pochi metri di distanza entrame realizzate da Angelo da Orvieto), Palazzo dei Priori, (anch’esso realizzato da Angelo da Orvieto), Palazzo Vitelli alla Cannoniera (uno dei 5 palazzi della famiglia Vitelli ora sede della Pinacoteca),  Palazzo Vitelli a Sant’Egidio (con grande parco interno bisognoso di restauro),  Palazzo Albizzini (sede del museo Alberto Burri),  il Duomo sul quale svetta il maestoso campanile cilindrico, la Chiesa di San Francesco (chiesa del 300 dove è stato dipinto lo  “Sposalizio della Vergine” di  Raffaello Sanzio (ora esposto alla Galleria di Brera di Milano), il  parco della Montesca  (comprendente una splendida villa allo interno di un bosco secolare con specie botaniche rare,  appartenuto alla famiglia dei baroni Franchetti) e molto altro. La Città è ricca di musei tra i quali:  il Centro delle Tradizioni Popolari a Villa Cappelletti, la Fondazione Palazzo Albizzini dove è raccolta gran parte della collezione di Alberto Burri (qui nato ed in parte vissuto), la  Pinacoteca Comunale (dove sono esposti lavori di Luca Signorelli e Raffaello Sanzio),  il Museo della Cattedrale, il Museo del modellismo ferroviario, il Museo della Tela Umbra, il Museo delle arti Grafiche, il Museo del Tabacco ed altri.
Molti sono gli eventi ai quali è possibile partecipare durante il periodo (maggio/ottobre): Festival delle Nazioni di musica da camera eseguita nelle più importanti Chiese della Città (fine agosto), Fiere di San Bartolomeo (23-24-25 agosto), Mostra Mercato Nazionale del Libro (tutti i fine settimana di settembre), Mostra Nazionale del cavallo (metà settembre),  Mostra permanente del mobile in stile (presso Centro Valtiberino), Giornate dell’Artigianato Storico (fine agosto) e altri.
Molte sono anche le strutture sportive che potrete utilizzare durante il vostro soggiorno: centri ippici, campi da golf, campi da tennis, terme, piscine, canoa (con due campioni del mondo) ed altri.

Alcune immagini della città:

Grazie alla favorevole posizione geografica è possibile raggiungere in poche ore tutte le più importanti Città del Centro Italia e organizzare escursioni giornaliere di grande interesse (storico, culturale, gastronomico, paesaggistico).

Roma, Bologna 2 ore e 30 m’
Firenze 1 ora e 30 m’
Arezzo, Urbino, Todi 1 ora
Perugia, Assisi, Gubbio 40 m’
Sansepolcro 10 m’
Mare Adriatico (Fano) 1 ora e 30 m’
Lago Trasimeno (Castiglione del Lago) 1 ora
Monte Nerone e Passo del Furlo 1 ora